Mamme nel mondo: le svedesi stanno meglio

L’Indice delle Madri, questo il nome dell’originale graduatoria annuale, è un’indagine contenuta nel "Rapporto sullo Stato delle Madri nel Mondo" e analizza la condizione delle madri e dei bambini in 125 paesi, sulla base di 10 indicatori relativi alla salute e all’educazione materno-infantile. Che cosa emerge, allora, dal Rapporto 2006? Innanzitutto, ad aggiudicarsi la leadership della graduatoria è la Svezia che, insieme agli altri paesi scandinavi, vince anche come area del mondo in cui le mamme stanno meglio.Se il Nord del mondo sorride, è invece il Sud, soprattutto quello delle nazioni dell’Africa sub-sahariana, a distinguersi in negativo (ultime sono Repubblica Democratica del Congo e Liberia). E le mamme italiane? Per le donne del Belpaese non va affatto male, in quanto la posizione occupata nell’Indice è più che buona. Un dato importante, che contribuisce alla buona posizione italiana, è senza dubbio quello che riguarda il tasso di mortalità infantile entro il primo anno di vita: il nostro paese è all’ottavo posto, davanti a Svizzera, Gran Bretagna, Olanda e Stati Uniti.Bene va anche se si considera il tasso sotto i 5 anni, dove l’Italia è decima e precede Gran Bretagna, Olanda, Canada, Australia e Stati Uniti. Carlotta Sami, Direttore dei Programmi di Save the Children Italia, ha dichiarato: "L’Indice delle Madri documenta il legame stretto fra la condizione della mamme e quella dei loro bambini. Nei paesi in cui le mamme stanno bene, stanno bene anche i bambini. Nelle nazioni in cui le madri soffrono maggiormente, anche i bambini rischiano di più. Se vogliamo migliorare la qualità della vita infantile, dobbiamo iniziare con l’investire nella salute e nel benessere materno".

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Mamme nel mondo: le svedesi stanno meglio