Manifestazioni sportive cani da soccorso

dog

cani da lavoro possiedono un’indole di base predisposta all’azione, un desiderio innato di gratificare il proprio padrone e il bisogno di essere attivi e competitivi. Qualunque razza di cani può essere da lavoro, le cose che contano sono il carattere e le doti di amore, pazienza e fermezza del conduttore. Naturalmente bisogna avere una forte motivazione al raggiungimento dei risultati, che costano molto impegno e fatica, ma questo è vero per tutte le cose e ancora più reale per lo sport.

Le manifestazioni sportive dei cani da soccorso sono prove dalle quali possono emergere conduttori con cani adatti ad impieghi in caso di reale necessità, pertanto sono attività che hanno anche dei fini più concreti e socialmente utili. Da tempi immemorabili i cani sono utilizzati per compiti di cui l’uomo non è capace perché hanno sviluppate capacità uditive e olfattive ben superiori alle nostre: dalla caccia alla guardia il cane è compagno dell’uomo da sempre.

I cani da soccorso si utilizzano, o meglio, si fa in modo che sviluppino appieno e gioiosamente le loro capacità, nell’ambito della ricerca di persone scomparse: terremoti, slavine, guerre, rapimenti e catastrofi a causa delle quali ci sono persone da ritrovare. Grazie al fiuto e all’udito eccezionalmente sviluppati, e soprattutto alla resistenza, all’altruismo e all’amore per il proprio padrone i cani riescono laddove all’uomo è impossibile.

Le competizioni sportive dei cani da soccorso sono regolamentate da norme periodicamente riviste e riadattate sulla base di esperienze concrete di gara. Gli enti preposti alla redazione del regolamento internazionale sono l’ Organizzazione Internazionale Cani da Soccorso e la Federazione Cinologica Internazionale. Da queste manifestazioni le organizzazioni di intervento hanno il compito di riconoscere e confermare tali capacità. Una delle ultime gare si è svolta il 29 ottobre 2012 a Milano.

Le prove si possono svolgere durante tutto l’arco dell’anno e sono organizzate da vari enti e associazioni cinofile sparse su tutto il territorio. La commissione di gara è presieduta dal giudice della prova a cui spetta la decisione finale di ogni esercitazione; queste possono essere svolte in ordine arbitrario sulla base della situazione locale, ma devono sempre includere una serie di esercizi stabiliti dal regolamento ufficiale.

La suddivisione di questi esercizi prevede prove di obbedienza e destrezza e prove di fiuto, ossia di ricerca in diverse condizioni: in superficie, cioè in spazi aperti, in pista dove il cane deve seguire esattamente il tragitto del figurante (colui che si presta a fare da scomparso) e su macerie, che è la prova più difficile dove lo scomparso è nascosto o sepolto da detriti e oggetti vari. Ogni valutazione prevede un punteggio che al termine di tutte le prove verrà sommato e determinerà la classifica finale.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Manifestazioni sportive cani da soccorso