Mantegna a Padova, Verona e Mantova

Le tre città ‘’del Mantegna’’ vengono così riunite, per la prima volta, in un unico ambizioso progetto espositivo, che intende ripercorre l’opera di Mantegna dagli esordi alla maturità, presentando le sue opere nei luoghi in cui ha vissuto e lavorato e cogliendo l’apporto e l’influsso da lui esercitato sulla cultura del tempo. Un viaggio nel tempo e nello spazio, attraverso 350 opere complessive, 64 capolavori di Mantegna, 140 musei prestatori, oltre 56 studiosi coinvolti nei comitati scientifici e consultivi, un convegno internazionale di studio. L’iniziativa è promossa dal Comitato Nazionale per le Celebrazioni del V centenario della morte di Andrea Mantenga, appositamente istituito dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, presieduto da Vittorio Sgarbi e composto dai più importanti studiosi del primo Rinascimento.I tre momenti espositivi, ognuno con un coordinamento scientifico specifico, si presentano dunque come un affascinante viaggio alla scoperta della ricca personalità di Mantegna, partendo da Padova, luogo della sua formazione, passando per Verona dove è conservata una delle sue opere più importanti, che tanto influì sulla cultura figurativa del capoluogo, per arrivare a Mantova, città in cui l’artista trascorse la maggior parte della sua vita fino alla morte.I più grandi capolavori del maestro saranno affiancati in mostra da altrettanti importanti lavori di illustri artisti, contemporanei e seguaci, protagonisti, insieme a lui, di una delle stagioni più alte nella storia dell’arte, con numerose opere mai esposte in Italia prima d’ora, importanti novità interpretative e restauri talvolta strepitosi.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Mantegna a Padova, Verona e Mantova