Marchi contraffatti: eBay la spunta su Tiffany

Secondo un tribunale newyorkese, infatti, controllare l’autenticità dei gioielli messi in vendita online non è un compito che spetta ad eBay che, a parere del giudice, "ha adempiuto a tutti gli obblighi legali adottando le dovute precauzioni".Per la corte, il controllo dell’originalità dei gioielli grava invece sul produttore stesso. Mentre eBay gioisce per la vittoria in tribunale, Tiffany non ci sta ed annuncia il ricorso in appello, sospinta anche dai precedenti europei che hanno visto la casa d’aste online sconfitta di fronte al giudice.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Marchi contraffatti: eBay la spunta su Tiffany