Maturità 2009: si comincia con la prova di italiano

Proprio la prova di italiano è stata in queste ore al centro di un piccolo "caso", con il ministro Gelmini che ha chiesto ai commissari tracce più semplici e corte. La prova, sempre secondo il ministro, non dovrebbe essere più difficile di quella proposta gli anni scorsi. Richiamo poi alle commissioni e ai presidenti di commissione affinché controllino che gli studenti non facciano uso di bigliettini e telefonini durante l’esame.Ricordiamo ora le principali novità dell’esame di Stato 2009. Detto della maggiore rigidità per l’ammissione, segnaliamo che il punteggio finale è attribuito in centesimi ed è prevista la possibilità per la Commissione di assegnare la lode ai candidati che conseguono risultati "eccellenti".Il punteggio finale risulta dalla somma dei punteggi attribuiti: al curricolo scolastico, per un massimo di 25 punti (fino all’anno scorso si potevano ottenere al massimo 20 punti di credito); alle prove scritte, per un massimo di 45 punti; al colloquio, per un massimo di 30 punti (fino all’anno scorso il punteggio massimo attribuibile era 35). Agli studenti che hanno un credito scolastico di almeno 15 punti e ottengono almeno 70 punti nelle prove d’esame possono essere attribuiti 5 punti in più dalla Commissione.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Maturità 2009: si comincia con la prova di italiano