Maturità 2010 tra studio, tototema e bigliettini

Il caro vecchio "Bignami" appare, infatti, soppiantato da Wikipedia e pubblicazioni online, con siti dedicati agli studenti che oggi permettono di scaricare tesine e appunti in pochissimo tempo. Gli stessi portali sono inoltre utili per il confronto tra gli studenti, sulle materie d’esame e sui metodi di studio, ma possono anche nascondere il rischio di bufale, soprattutto quando si parla di indiscrezioni.L’esperienza degli anni passati ci ha dimostrato come una singola voce su tracce e temi d’esame possa rimbalzare da portali e community trasformandosi da sensazione o indiscrezione a vera e propria certezza. Il consiglio per gli studenti della Maturità è dunque quello di non concentrare lo studio solo sui temi che in Rete sembrano dati per più probabili, ma sfruttare gli ultimi giorni per un ripasso generale.A circa due settimane dalla prima prova, quella di italiano, c’è ancora tempo per prepararsi all’esame… senza dimenticare l’abitudine di preparare i bigliettini, che spesso non si utilizzano ma che hanno la capacità di infondere sicurezza.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Maturità 2010 tra studio, tototema e bigliettini