Maturità: vincere il panico da non ricordo

Ma il "panico da non ricordo" può essere sconfitto, soprattutto se preso per tempo, già ai primi sintomi. Paola Vinciguerra, Presidente dell’Associazione Europea Disturbi Attacchi di Panico (Eurodap), consiglia infatti di "organizzare in modo razionale lo studio e farsi un programma da seguire nei giorni che precedono l’esame". Ma come riconoscerlo? Il "panico del non ricordo" si presenta con sudorazione e battito cardiaco che aumentano, sensazione di soffocare e soprattutto memoria KO."Per prevenirlo non si deve arrivare all’esame stanchi – spiega la Vinciguerra – quindi evitare di studiare troppe ore e fino a tardi, di dormire poco e restare troppo chiusi in casa. Moltissimi, all’avvicinarsi dell’esame, cominciano a lamentare disturbi psicofisici come emicrania, mal di stomaco, insonnia, tachicardia o apatia. Il tutto accompagnato da uno stato di tensione generalizzato"."I ragazzi, considerando che affrontare una prova impegnativa muove comunque un’ansia da prestazione, – consiglia psicoterapeuta – dovrebbero cercare di vivere questo momento seguendo delle piccole regole, che però daranno un grande aiuto. E permettono di combattere la tentazione di evitare il problema, che ci porta a pensare di fare domani ciò che dovremmo affrontare oggi. Quindi il consiglio è quello di stilare un programma di studio ben calibrato, e non affrontare il tutto in maniera disordinata. Inoltre è fondamentale che ogni ragazzo utilizzi la propria razionalità. In questo modo terrà facilmente a bada le emozioni negative che una prova come questa può far emergere"."Ogni studente – conclude l’esperta – ricordi bene che l’ansia interferisce con la memoria. E’ ovvio che non la si può evitare completamente, ma bisogna imparare a gestirla grazie a esercizi di respirazione profonda da ripetere durante la giornata".

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Maturità: vincere il panico da non ricordo