Merce contraffatta: sul web è il 30 per cento

Di questi, 3,3 miliardi arrivano dagli oggetti d’abbigliamento (t-shirt e camicie sono il 41%), dagli accessori e dai prodotti multimediali e informatici, con acquisti che hanno toccato quota 108 milioni. Uno scenario che proietta ancora l’Italia al vertice della poco lusinghiera classifica dei produttore europei di beni contraffatti.A livello mondiale, il Belpaese è invece il terzo. "Ad acquistare almeno un articolo falso – spiega Confcommercio -, sia esso di abbigliamento, accessori o prodotti multimediali, nel corso dell’ultimo anno sono state il 16% delle persone che fanno acquisti".

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Merce contraffatta: sul web è il 30 per cento