Mercedes Classe C SW: la station sportiva

Disponibile nei modelli Classic, Elegance e Avantgarde, Mercedes Classe C SW si distingue per una versatilità a misura di cliente. La versione Avantgarde sottolinea infatti la sua indole agile e sportiva con la grande stella Mercedes posizionata al centro della mascherina del radiatore. Il modello Elegance, con la mascherina dalla forma tridimensionale a lamelle cromate, evoca invece i tipici tratti del marchio, come comfort e lusso. La versione Classic si presenta infine sobria e tradizionale. Evidenti sono le differenze con il modello precedente. La coda della nuova station-wagon, ad esempio, è stata disegnata con una linea più spiovente, in modo da creare i presupposti fondamentali per un maggiore volume di carico.

A seconda della posizione degli schienali del divano posteriore, ribaltabili e frazionati con rapporto 1/3 : 2/3, la capacità di carico può variare da 485 a 1.500 litri (metodo di misurazione VDA). Nessun’altra automobile nel segmento delle station wagon premium offre altrettanto spazio. Rispetto al modello precedente, la capacità di carico risulta aumentata di un massimo di 146 litri, mentre la cubatura dell’oggetto quadrangolare più grande che entra nel vano bagagli, è ora di 827 litri, con un incremento di 66 litri. La lunghezza interna massima utilizzabile dal portellone posteriore fino al vano piedi del passeggero è di 2,82 metri, ovvero maggiore di 17 centimetri rispetto alla precedente serie. Il maggiore spazio è poi arricchito da soluzioni che esaltano la comodità. Degni di nota sono i due ganci per borse e i quattro occhielli per il fissaggio del carico. La dotazione di serie comprende anche comodi scomparti laterali con rete ed un contenitore pieghevole per le buste della spesa, così come il doppio tendalino avvolgibile con copertura del vano bagagli e rete di sicurezza. Il nuovo portellone posteriore Easy-Pack inoltre, si apre e chiude con un pulsante: una novità assoluta in questa categoria di veicoli.

Pensata per chi viaggia, la nuova Classe C station-wagon offre la massa rimorchiabile più alta nel suo segmento: fino a 1.800 chilogrammi. Per quanto riguarda le motorizzazioni, i nuovi propulsori offrono consumi inferiori fino al 12% rispetto a prima. Il lavoro di progettazione si è concentrato soprattutto sui propulsori a quattro cilindri: per le versioni a benzina C 180 Kompressor e C 200 Kompressor, Mercedes ha ottenuto un incremento della potenza pari a 10 kW/13 CV e 15 kW/20 CV grazie a modifiche al software di gestione del motore, ad un compressore più dinamico e pistoni migliorati. Il consumo di carburante è sceso del 10,3 %, rispettivamente a 7,7 e 7,8 litri per 100 chilometri. Per i motori diesel a quattro cilindri, oltre al sistema di iniezione, al turbocompressore ed al raffreddamento dell’aria di sovralimentazione, Mercedes ha rielaborato complessivamente oltre 90 componenti.

Il risultato: propulsori con maggiore potenza e coppia più elevata a fronte di consumi ridotti del 12% circa. Ad esempio, la nuova C 220 CDI adesso eroga 125 kW/170 CV (modello precedente: 110 kW/150 CV) e sviluppa una coppia massima di 400 Nm (prima: 340 Nm) a partire da 2.000 giri/min. Il consumo di carburante a norma CE è di soli 6,1 litri per 100 chilometri (modello precedente: 6,9 l/100 km). La nuova C 200 CDI eroga l’11% di potenza in più – 100 kW/136 CV (invece dei precedenti 90 kW/122 CV) – e consuma 6,0 litri ogni 100 chilometri (prima 6,8 l/100 km). Come sei cilindri sono disponibili tre motori a benzina da 150 kW/204 CV, 170 kW/231 CV e 200 kW/272 CV, e la nuova C 320 CDI da 165 kW/224 CV. Ad eccezione per la C 350, equipaggiata con il cambio automatico a sette marce 7G-TRONIC, tutte le motorizzazioni adottano di serie un cambio manuale a sei marce.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Mercedes Classe C SW: la station sportiva