Microsoft toglie il Media Player da Windows

Arriva ora da Redmond la notizia che il colosso di Bill Gates non farà ricorso contro la sentenza ed adeguerà il sistema operativo Windows alle richieste della commissione. Il risultato di tale vicenda è quantomeno singolare. Microsoft ha infatti annunciato per le prossime settimane l’arrivo sul mercato europeo (solo per l’Europa) di una versione di Windows priva del pacchetto software e delle componenti del Media Player, da poco arrivato alla release 10, senza apportare modifiche al prezzo di listino del suo OS. Sul pacchetto del Windows modificato apparirà una scritta ben visibile, nella quale si sottolinea che tale versione è priva di funzioni legate alla riproduzione multimediale. L’eliminazione del Media Player senza la modifica del prezzo di Windows da parte di Microsoft ha già scatenato l’ironia degli addetti ai lavori, che non hanno esitato a definire la nuova release del sistema operativo di Redmond: “Windows Me”. Non si tratta di un ritorno alla vecchia edizione “Millennium edition”, bensì un gioco di parole dove “Me” sta per “Monti edition”, ovvero il cognome dell’ex-capo dell’antitrust Ue, Mario Monti. Difficile credere che gli utenti rinunceranno al Media Player al momento dell’acquisto del sistema operativo Windows, almeno finché la l’OS “modificato” verrà venduto allo stesso prezzo del pacchetto completo.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Microsoft toglie il Media Player da Windows