Milano: David Lynch. The Air is on Fire

Curata da Hervé Chandes con Hélène Kelmachter e Ilana Shamoon, "David Lynch. The Air is on Fire" va in scena in uno spazio concepito del poliedrico artista nato nel Montana nel 1946. Per tutta la sua carriera di regista, David Lynch non ha mai smesso di dipingere, disegnare, fotografare, e creare delle animazioni; ha esteso il campo delle sue indagini artistiche alla composizione musicale e alla creazione sonora.La mostra nasce proprio dall’accumulo di quadri, cartelle etichettate che contengono quantità di disegni, scatole d’archivio piene di fotografie presente nello studio di David Lynch. Questa collezione molto ben conservata risale agli anni del liceo e fino ad oggi non è mai stata esposta. La mostra è accompagnata da un catalogo che riflette la diversità degli ambiti di creazione dell’artista e propone un percorso attraverso un gran numero di opere, commentato da David Lynch nel loro ordine di apparizione nel libro sotto forma di conversazione con la giornalista americana Kristine McKenna.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Milano: David Lynch. The Air is on Fire