Milano, positivo il trend dell’Ecopass

Nel dettaglio, 43 varchi elettronici muniti di telecamera rilevano costantemente il passaggio dei veicoli in ingresso e trasmettono i dati a un elaboratore in grado di registrarne la classe di inquinamento, il valore Ecopass applicato e di verificare la disponibilità del credito. Con l’introduzione di Ecopass si è così cercato di determinare una reale diminuzione giornaliera delle polveri sottili e di garantire al contempo una viabilità più fluida.

Obiettivi raggiunti, almeno stando ai dati forniti dal Comune di Milano nei primi giorni di monitoraggio. Il 10 gennaio, ad esempio, il numero di ingressi di auto non inquinanti ha raggiunto l’8°, con 4.900 Ecopass attivati in totale (4.174 giornalieri). Lo stesso giorno, tra le ore 7.30 e le ore 19.30, il traffico all’interno della Cerchia dei Bastioni è calato del 20%: sono entrati 70.800 veicoli, 61.875 auto private e 8.925 veicoli commerciali, rispetto alle 90.000 di una giornata tipo.

Riguardo alle classi inquinanti dei veicoli, si conferma il trend già registrato nei tre giorni precedenti: i veicoli in circolazione nella Cerchia dei Bastioni, appartenenti alle 3 classi inquinanti e quindi paganti, sono stati complessivamente circa il 40% in meno, con un punta del 48% per le auto private e del 22,5% per i veicoli commerciali.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Milano, positivo il trend dell’Ecopass