Mini Clubman: la ‘grande Mini’ è servita

Obiettivi raggiunti attraverso uno sfruttamento versatile dello spazio e un concetto delle porte senza pari che rendono Mini Clubman un’automobile unica. Rispetto alla Mini, la Clubman presenta infatti una carrozzeria cresciuta in lunghezza di 24 centimetri e un passo allungato di 8 centimetri del quale beneficia soprattutto lo spazio nei sedili posteriori. Le sue misure più generose e le conseguenti nuove possibilità non vengono nascoste, al contrario: la MINI Clubman svela il proprio potenziale attraverso un design estroverso. Un carattere forte che si esprime già dalla linea del tetto che si estende lungo i tre montanti per trovare la propria conclusione in una marcata sezione della coda, dove la nuova Splitdoor, bipartita dalla cornice verniciata in contrasto rispetto alla carrozzeria, punta oltre i semplici accenti di design. Troviamo così uno spazioso bagagliaio da 260 litri e, grazie alla particolare porta posteriore in "stile saloon", facilmente caricabile. Vettura a cinque posti, Mini Clubman offre ben 80 cm di spazio in più per le gambe dei passeggeri e, una porta supplementare montata sulla fiancata di destra, la Clubdoor (porta supplementare sul lato destro, senza maniglia esterna e apribile nel senso di marcia), facilita l’accesso al divanetto posteriore. Mini Clubman si presenta come il successore moderno di tre leggendari modelli quali la Morris Traveller, la Austin Mini Countryman e la Mini Clubman Estate.

Per quanto riguarda le motorizzazioni, Mini Clubman debutterà il 10 novembre 2007 con tre propulsori: due benzina ed un diesel. MINI Cooper S Clubman sarà infatti alimentata da un motore quattro cilindri 1,6 litri con turbocompressore Twin-Scroll, iniezione diretta di benzina e una potenza di 128 kW/175 CV a un regime di 5.500 giri/min. Grazie al motore da 88 kW/120 CV a 6.000 giri/min con comando valvole interamente variabile, anche la MINI Cooper Clubman assicurerà un divertimento di guida unico e dei valori di esercizio ancora più economici. Il ruolo di pacchetto di potenza ad alta efficienza lo assumerà la MINI Cooper D Clubman il cui motore diesel da 1,6 litri di cilindrata e 80 kW/110 CV a 4.000 giri/min metterà a disposizione un’elasticità affascinante, un consumo di carburante incredibilmente basso e delle emissioni esemplari. La MINI Cooper D Clubman misura nel ciclo di prova UE un consumo medio di carburante di 4,1 litri per 100 chilometri e delle emissioni di CO2 di 109 grammi per chilometro.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Mini Clubman: la ‘grande Mini’ è servita