MIT: un virus OGM per le batterie del futuro

In particolare, i ricercatori dell’istituto statunitense hanno scoperto l’efficacia del virus "M13" geneticamente modificato, in grado di fornire la stessa energia delle normali batterie ricaricabili, senza pericoli per l’uomo (il virus è attivo solo contro alcuni batteri) e per l’ambiente.Presentate dalla direttrice del progetto Angela Belcher sul numero di aprile di Science, le virus-batterie funzionano grazie all’interazione del batterio "M13" modificato con nanotubi polimerici. Le batterie in questione sono in grado di coniugare efficacia e dimensioni ridotte.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > MIT: un virus OGM per le batterie del futuro