MITO: la musica unisce Milano e Torino

Il cartellone dell’evento prevede quattro/cinque appuntamenti al giorno, sollecitando a seguire gli appuntamenti da una città all’altra che, per circa un mese, si ritroveranno unite in nome della musica. Il concerto inaugurale è affidato alla Israel Philharmonic Orchestra diretta da Zubin Mehta, che eseguirà due programmi distinti: a Torino Schubert e Dvorák, a Milano la Settima Sinfonia di Mahler, rispettivamente all’Auditorium del Lingotto e al Teatro alla Scala. Degne di nota anche le maratone musicali, una dedicata alla classica e una al jazz, che si svolgeranno in entrambe le città con programmi e artisti differenti. Tra gli appuntamenti segnaliamo poi gli Avion Travel in concerto insieme a Samuele Bersani al Palaolimpico Isozaki e il tributo che la London Sinfonietta rende a Sgt. Peppers’s alla Fiera di Milano (nel polo esterno di Rho-Pero). Non mancheranno poi gli appuntamenti con le notti del Festival, che vedranno alternarsi il fado, l’etnico, l’indie e le contaminazioni tra elettronica e musica barocca. Il festival prevede, come di consueto, una monografia dedicata a un autore contemporaneo: quest’anno si tratta del coreano Isang Yun e della più giovane ma già autorevolissima connazionale Unsuk Chin.Ampio rilievo verrà poi dato a una civiltà musicale extraeuropea: la Corea. Sei gli spettacoli dedicati alla musica e alla danza tradizionale coreana, replicati sia a Torino che a Milano, con la partecipazione oltre 80 artisti tra musicisti e danzatori, in costumi tradizionali, provenienti dal National Center for Korean Traditional Performing Arts di Seul.I grandi appuntamenti sinfonici prevedono a Torino l’Orchestra del Gewandhaus diretta da Riccardo Chailly, la Chicago Symphony diretta da Riccardo Muti e la Staatskapelle Dresden con Fabio Luisi e la pianista Hélène Grimaud; a Milano la Bayerisches Staatsorchester con Kent Nagano e l’Orchestra Filarmonica di Praga con George Pehlivanian e Maxim Vengerov al violino; in entrambe le città Philharmonia Orchestra diretta da Charles Dutoit con la pianista Martha Argerich. Uno degli importanti progetti che riguardano la grande musica sinfonica è quello realizzato con l’Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo guidata dal suo direttore stabile Yuri Temirkanov: l’orchestra si potrà ascoltare in quattro concerti (due a Torino e due a Milano) dedicati a ČCajkovskij e Stravinsky e alla profonda affinità che lega i due grandi compositori russi. Tra i maggiori eventi figurano inoltre due concerti con la Filarmonica della Scala diretta da Daniele Gatti e due programmi interamente dedicati a Beethoven. Alla musica barocca sono dedicati alcuni appuntamenti di grande qualità come l’esecuzione della Messa in si minore di Bach con la Bachakademie di Stoccarda diretta da Helmuth Rilling; uno spettacolo ideato dallo spagnolo Jordi Savall con musiche del periodo cervantino che prevede una serie di letture dal Don Chisciotte e un concerto interamente dedicato a Händel con il cantante Ian Bostridge e l’Orchestra The Age of Enlightenment. L’esecuzione in forma di concerto dell’Alcina di Händel e dell’Orfeo di Monteverdi arricchisce il cartellone di due appuntamenti dedicati all’opera barocca.Per la musica antica vanno segnalati due appuntamenti: l’esecuzione della Messe de Notre Dame di Guillaume de Machault con René Clemencic e il concerto dell’Odhecaton Ensemble con un programma interamente dedicato a Josquin Desprez. Alla musica contemporanea sarà poi dedicata una serie di altri importanti concerti con l’esecuzione di opere di Castiglioni, Lachenmann, Ligeti, Sciarrino e altri. Prosegue, anche in questa nuova veste del Festival, l’impegno nei confronti dei bambini, con complessivamente 10 appuntamenti pensati appositamente per loro su entrambe le piazze. Per la chiusura del Festival a Milano, il 27 settembre, è previsto un grande concerto nel parco del Castello Sforzesco, con fuochi d’artificio barocchi e musiche di Händel e Rameau, eseguite dal famoso ensemble King’s Consort. Mggiori informazioni e programma completo su Mitosettembremusica.it.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > MITO: la musica unisce Milano e Torino