Moria delle api, allarme pesticidi killer

Grazie all’attività in campo degli apicoltori e dei servizi veterinari e agricoli delle regioni si sono raccolti elementi scientifici che inequivocabilmente indicano l’identikit con nome e cognome dei killer delle api e dell’ambiente. Si è appurato che, oltre agli effetti insetticidi che perdurano nella linfa per tutta la vita della piante, con certezza in fase di semina tali molecole formano nubi tossiche di particelle sottili che provocano la morte di tutte le api che volano nei campi.

"La moria delle api – afferma Vittorio Cogliati Dezza, presidente nazionale di Legambiente – si può fermare solo bloccando l’uso dei neonicotinoidi, i nuovi pesticidi sparsi nell’ambiente a larghe mani". In risposta a queste crescenti denunce, il ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali ha garantito l’intenzione di avvalersi di una procedura precauzionale in merito all’uso di queste molecole, assumendosi l’impegno di monitorare il fenomeno e di assumere orientamenti conseguenti.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Moria delle api, allarme pesticidi killer