MotoGP: a Jerez è un super Capirossi

In sella alla sua Ducati, il campione di Castel San Pietro rimane al comando per tutti e 27 i giri della gara sul circuito andaluso, lasciandosi alle spalle un agguerrito Daniel Pedrosa (4,375 secondi). Per Loris si tratta della sua 26ma vittoria in GP, la sesta nella massima categoria e la quarta con il team ufficiale Ducati. Per quel che riguarda Valentino Rossi, il campione di Tavullia ha chiuso in 14esima posizione, fortemente condizionato da una caduta nelle prime battute della gara. Con una moto resa inguidabile dall’urto con la Honda RC211V di Toni Elias, Rossi ha cercato di limitare i danni, non riuscendo però a rendersi mai competitivo."Elias ha sbagliato – ha dichiarato Valentino al termine della gara – mi ha chiesto scusa. Cadute del genere capitano. Oggi potevo puntare al podio, avevo fatto una buona partenza e avevo subito un buon ritmo". Se Rossi ha de recriminare, è invece grande la gioia in casa Ducati. Dopo la pole, è stato infatti un regolarissimo Capirossi a regalare la vittoria alla squadra di Borgo Panigale. Mentre Gibernau è stato costretto al ritiro da un problema al sensore del cambio, Loris ha invece sfoderato la sua proverbiale grinta, terminando una gara praticamente perfetta. “Sono al mio quarto anno con il Team Ducati – ha dichiarato Capirossi – e posso dire che questo è stato in assoluto il miglior inizio di stagione che abbiamo mai fatto: la gara di oggi è senza dubbio la migliore!". Poi Loris ha voluto spiegare l’andamento della gara: "Non volevo spingere troppo nei primi giri, ma sono partito dalla pole position e ho mantenuto la prima posizione cercando di tenere un buon distacco rispetto agli inseguitori. Nicky (Hayden) era dietro di me, poi è arrivato Pedrosa. Io ho mantenuto un ritmo buono ma sono stato attento a preservare le gomme il più possibile, poi negli ultimi sei o sette giri ho spinto di più e ho riguadagnato un bel vantaggio. Ringrazio con tutto il cuore le persone di Ducati Corse che hanno lavorato con tanto impegno e la Bridgestone, che ha fatto enormi passi avanti durante l’inverno". Così al traguardo di Jerez: primo Capirossi, secondo Pedrosa, terzo Hayden, quarto Elias, quinto Melandri e sesto Stoner. Il prossimo appuntamento è ora fissato per l’otto aprile sul circuito del Qatar, con un Rossi in cerca di pronto riscatto ed una Ducati che si presenta più competitiva che mai.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > MotoGP: a Jerez è un super Capirossi