MotoGP: l’ora della verità è vicina

Molto probabilmente, però, solo due di loro possono davvero puntare al titolo, ovvero il leader della classifica, l’americano Nicky Hayden, e il suo diretto inseguitore, l’italianissimo Valentino Rossi, attardato di sole 12 lunghezze. L’obiettivo del "Dottore" è naturalmente quello di recuperare il maggior numero di punti in vista del round finale di Valencia, dove verrà finalmente decretato il miglior pilota di questa accesissima stagione. Rossi non può sbagliare e la sua Yamaha deve essere perfetta: una debacle potrebbe infatti consegnare il titolo nelle mani di Hayden. Il pilota di Tavullia è però forte dell’incredibile serie di risultati positivi messi a segno nelle ultime gare, nonché di un buon feeling con la pista di Estoril, dove è sempre salito sul podio. Valentino Rossi ha infatti già collezionato quattro vittorie nel Gran Premio del Portogallo, tra cui si registra la prima volta che lo affrontava in sella ad una Yamaha. Le statistiche giocano invece a sfavore dell’americano della Honda, che non si è mai spinto oltre la settima posizione finale su un circuito tra quelli a lui meno favorevoli. Nel frattempo, Valentino Rossi si sente fiducioso e crede di poter essere più veloce di Hayden in qualsiasi situazione, anche se le prossime due piste non sono tra le sue favorite. La sua Yamaha M1 è veloce e il pacchetto messo a punto dai sui ingegneri può bene adattarsi sia al circuito dell’Estoril che di Valencia. "Abbiamo due piste difficili da affrontare – ha detto Rossi – ma penso che la nostra M1 possa essere veloce su entrambe. Da Brno, dove abbiamo capito cosa fare per far lavorare di nuovo al 100% la moto, siamo sempre saliti sul podio. Penso che adesso siamo forti come i nostri rivali e che quando siamo al nostro massimo possiamo sempre lottare nelle posizioni di testa.". Per il futuro, Rossi si limita quindi ad un "Dobbiamo continuare in questo modo".

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > MotoGP: l’ora della verità è vicina