MotoGP: Lorenzo super, Rossi eroe

Secondo posto per la Ducati di un Casey Stoner veloce, ma condizionato dallo scarso grip sull’anteriore, un problema che è ormai diventato la vera costante di questa sua ultima stagione alla rossa. Ottimo è invece il terzo posto di Valentino Rossi, ottenuto superando Andrea Dovizioso nel corso di una emozionante battaglia negli ultimi dieci giri. Per il dottore si tratta si un ritorno trionfale sul podio dopo appena sette settimane dall’incidente alla gamba destra.Condizionato dai dolori alla gamba e alla spalla, acuiti dalle tortuosità di Laguna Seca e dal celebre saliscendi del "Cavatappi", Rossi sembrava dover affrontare una giornata difficile, dopo aver passato Nicky Hayden ed essersi ritrovato in quinta posizione, senza riuscire a progredire ulteriormente. Una volta caduto Pedrosa e con Ben Spies che alle sue spalle esercitava pressione su di lui, Rossi ha tirato fuori il suo istinto da combattente quando ha visto la possibilità di salire sul podio, riuscendo a chiudere un gap di due secondi da Dovizioso e riuscendo anche a portarlo a tiro a sei giri dalla fine. Al 27esimo passaggio il campione del mondo ha piazzato il colpo vincente superando il connazionale, e riuscendo poi a tenerlo a bada negli ultimi due giri conquistando così nuovamente sul podio.Ora, esattamente a metà campionato, Lorenzo guida la classifica con un impressionante vantaggio di 72 punti su Pedrosa, mentre Rossi è a 120 punti dal suo compagno di squadra, in quinta posizione. Con due settimane di riposo prima del GP di Brno, ora Valentino Rossi potrà pensare solo al recupero fisico."L’inizio della gara per me è stato molto difficile – spiega Valentino Rossi – perché avevo dolori dappertutto ed ero lontano dal podio. Ma poi ho visto Pedrosa nella ghiaia e ho deciso di provarci! Ho spinto al massimo per qualche giro e ciò mi ha permesso di avvicinarmi e a quel punto non potevo non provarci. In qualche modo l’ho preso ed è stata una grande sensazione passarlo e trovarmi in terza posizione". "E’ un grande risultato dopo il mio infortunio – continua Rossi – e mi sento bene per aver ritrovato il podio dopo sole due gare dal mio ritorno. Devo ringraziare un sacco di persone che mi hanno aiutato a raggiungere questo risultato. Sono ovviamente molto felice di avere del tempo libero perché ho un sacco di lavoro da fare per cercare di essere di nuovo al meglio per Brno, una pista che adoro".

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > MotoGP: Lorenzo super, Rossi eroe