MotoGP: Rossi non perde la testa

L’ultimo episodio di questa lunga serie di inconvenienti è arrivato proprio a Laguna Seca, pista nella quale il "Dottore" voleva mettere a segno una rivincita sul rivale Nicky Hayden, primo al traguardo lo scorso anno. Purtroppo, però, ancora una volta il circuito di casa ha premiato l’americano, giunto primo anche quest’anno. Rossi, invece, ha sofferto per i problemi tecnici alla sua Yamaha M1 durati per tutto il weekend, conclusosi nel peggiore dei modi, ovvero con un ritiro. Il consumo anomalo della gomma posteriore prima, la rottura del motore poi, hanno infatti costretto il pilota di Tavullia ad abbandonare la competizione a pochi giri dalla fine, consentendo a Nicky Hayden di fare il pieno di punti in classifica generale. Nonostante quest’ultima battuta d’arresto in una già difficile rimonta, Valentino Rossi non perde però il sorriso e la voglia di vincere. Come si legge nel sito ufficiale della MotoGP, il pilota sembra non avere alcuna intenzione di interrompere l’impressionante serie di successi mondiali che lo ha reso l’indiscusso re della MotoGP. Pur dispiaciuto per i problemi di messa a punto occorsi nel weekend di Laguna Seca, con la gomma e il motore che hanno definitivamente compromesso la gara, Rossi si dice ora concentrato per dare il massimo fino a fine stagione. "Per la prima volta non sento la pressione della lotta per il titolo", ha detto il marchigiano. Ricordiamo che, dopo il GP degli Stati Uniti, i punti di distacco che Valentino Rossi deve recuperare sul pilota Honda Nicky Hayden sono ben 51. Troppi anche per il "Dottore"? Forse no, almeno stando a quanto sostiene uno che di gare motociclistiche se ne intende davvero, tale Giacomo Agostini: "Valentino Rossi può ancora vincere il mondiale".

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > MotoGP: Rossi non perde la testa