MotoGP: Rossi promette battaglia

Durante i test si è lavorato sugli assetti della Yamaha YZR-M1 in vista della prima gara di Campionato che si svolgerà, sempre a Jerez, tra due settimane. Rossi ha completato 96 giri, il massimo rispetto ai tre giorni, con un miglior tempo di 1’40.539, nonostante le complicazioni con il grip posteriore nel pomeriggio. “Siamo andati piuttosto bene fino all’ora di pranzo – commenta a fine giornata Valentino – durante il pomeriggio abbiamo provato nuove cose e non sono andate bene quanto speravamo. Abbiamo avuto dei problemi in frenata perché la moto risultava abbastanza nervosa quando le gomme arrivavano vicino ad una staccata”. Il Campione del Mondo in carica non sembra comunque preoccupato per l’inizio della stagione: “Sappiamo che possiamo fare meglio e cosa dobbiamo migliorare, – continua Rossi – quindi non siamo troppo preoccupati: manca solo un po’ di grip posteriore dopo che ho girato un po’. Comunque sono contento di finire i test e sono fiducioso nella prima gara, la moto ha buone potenzialità e penso che sarà una gran battaglia quest’anno”. Durante i test di Jerez il miglior tempo è stato invece segnato da Nicky Hayden con la Honda. L’americano ha fatto segnare 1’39.983 nelle fasi finali della giornata dopo otto ore di prove, quasi un secondo più veloce del tempo della pole di Rossi dello scorso anno. Il secondo è Melandri (Honda, 1’40.291), con John Hopkins tra i primi quattro con un tempo di 1’40.418 sulla sua Suzuki.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > MotoGP: Rossi promette battaglia