MotoGP: Rossi, una tigre in Malesia

La tre giorni della Malesia, che vivrà il suo momento clou domenica 10 settembre, è dunque una sfida riservata alle "tigri" delle due ruote, pronte a ruggire sull’asfalto di Sepang. Tutto ciò è solo l’assaggio di quel che sarà l’incandescente fase finale del Mondiale MotoGp 2006, alla prima delle cinque gare, da disputarsi in tre continenti diversi, che sanciranno il vincitore del campionato piloti. Cinque prove senza appello che andranno in scena a Sepang (Malesia), Phillip Island (Australia), Motegi (Giappone), Estoril (Portogallo) e Valencia (Spagna).Impossibile, a questo punto della stagione, non soffermarsi su Valentino Rossi, il campione uscente che per conservare la corona deve recuperare ben 38 punti sul regolarissimo leader Nicky Hayden. Il pilota del Team Yamaha, incappato quest’anno in troppe giornate storte, non si perde d’animo, deciso a mettere in scena una grande rimonta già dal GP della Malesia, in una delle sue piste preferite. Per questo motivo Valentino Rossi prevede un "remake" della memorabile battaglia dell’anno scorso con Loris Capirossi, ma con un esito diverso: una grande occasione di rivincita nei confronti del connazionale, dopo l’ennesimo memorabile duello vissuto dai due poche settimane fa a Brno."Come tutti sanno – dichiara The Doctor – Sepang è una delle mie piste preferite: guidare lì la mia M1 è sempre un divertimento. A Brno abbiamo fatto degli ottimi progressi quindi speriamo che vada tutto bene fin dal venerdì mattina, in modo da poter lottare al massimo per tutto il fine settimana". "L’anno scorso – ricorda Valentino – Loris a Sepang fu incredibilmente forte, così come lo è stato due settimane fa a Brno, e sono sicuro che domenica lo sarà di nuovo!". Sempre il campione marchigiano punta poi la sua preda, il Mondiale, dichiarando ancora una volta che nulla è perduto. "Queste tre gare di fila sono molto importanti – commenta Rossi – e alla fine di questa serie il destino del mondiale potrebbe essere molto più chiaro. Queste gare oltreoceano sono sempre un’esperienza molto faticosa, a causa delle molte ore in aereo e dei cambiamenti di fuso orario, ma resteremo concentrati e daremo sicuramente il meglio!".

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > MotoGP: Rossi, una tigre in Malesia