MotoGP: Stoner batte Rossi in Qatar

A dire il vero, la leadership di Stoner non è mai stata in dubbio, con Rossi impegnato in una disperata rimonta che, dopo essere sembrata possibile, si è fermata con il progressivo consumarsi delle gomme. Alla fine il distacco sul traguardo è stato di ben 7 secondi, un vero e proprio abisso, così come il gap del terzo classificato Jorge Lorenzo, arrivato a 16 secondi da Rossi. Dietro di lui, nell’ordine, si sono classificati Colin Edwards, Andrea Dovizioso, Alex De Angelis e Chris Vermeulen. Solo 12esimo l’altro pilota Ducati, l’americano Nicky Hayden, mentre Melandri ha chiuso al 14esimo posto."Beh, correre lunedì è sempre meglio che fare un test – ha dichiarato Valentino Rossi -. Oggi le condizioni del tracciato erano diverse rispetto a ieri, e durante il warm-up abbiamo incontrato alcuni piccoli problemi con le gomme, di modo che siamo stati costretti a modificare leggermente la strategia. E’ un peccato; penso che nelle condizioni di ieri avremmo potuto lottare di più. In ogni caso, è un buon risultato con cui aprire la stagione, migliore di quello dello scorso anno. Sapevo che sarei dovuto partire molto bene per tener il passo di Stoner; non è andata così, sfortunatamente, ed ho perso un po’ tempo in battaglia con Capirossi e Lorenzo. Quando ne sono uscito, Stoner era già lontano. Mi sono divertito parecchio a metà gara. Ho fatto sei o sette giri davvero buoni, ho ridotto le distanze ma sapevo che non avrei potuto continuare a lungo a quel ritmo: troppo rischioso per le gomme. Così ho deciso che la cosa più importante era garantirsi venti punti. Casey oggi è stato molto forte; lo è sempre, qui. Credo che il nostro potenziale sia molto buono, e credo che a Motegi saremo nuovamente al meglio. Sono contento che si sia corso oggi, dopo quello che è successo ieri, e di lasciare il Qatar con un buon risultato in tasca. Il campionato è un viaggio lungo!".Queste sono le parole di Stoner: "Sono particolarmente felice di questa vittoria perché è frutto del duro lavoro fatto da tutti i ragazzi in Ducati durante l’inverno. E’ stato duro anche lavorare in questo fine settimana, con il poco tempo che avevamo a disposizione. La notte scorsa ci preparavamo ad andare in gara con un set up un po’ modificato, del quale non eravamo del tutto sicuri, ma che si è rivelato perfettamente azzeccato quando lo abbiamo potuto provare nei venti minuti della sessione di oggi. Un grande grazie va quindi a tutta la mia squadra che ha lavorato tanto, e bene, per tutto il fine settimana e che mi ha consentito di affrontare la gara con fiducia. Sapevamo che questa pista è impegnativa sotto il profilo dei consumi, quindi ho cercato di adattare un po’ il mio stile di guida per mantenere un buon passo e nello stesso tempo cercare di non far avvicinare Valentino, ma alla fine non ho avuto problemi. Infine c’era la questione del polso ma anche sotto quel punto di vista è andato tutto bene: Ho sicuramente bisogno di continuare ad allenarmi intensamente perché durante l’inverno non ho potuto fare il mio solito carico di lavoro ma sono sicuro che continuerò a fare progressi".

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > MotoGP: Stoner batte Rossi in Qatar