Mugello: Rossi vince tra l’entusiasmo

A dividere i due piloti, dopo 23 giri di battaglia e colpi di scena, sono stati soli 0.575 secondi di vantaggio per "The Doctor". Alla partenza, Rossi inizia subito alla grande, passando prima Sete Gibernau (Ducati) e tentando di mettere strada tra se e gli inseguitori. Proprio Gibernau si dimostra però tuttaltro che arrendevole e torna al comando per ben dieci giri. L’altro ducatista, Loris Capirossi, si attarda invece alla partenza ed è costretto ad un’impetuosa rimonta che lo riporta, al 14esimo giro, a dar battaglia per la testa della corsa. Lo scatenato Loris passa tutti, Gibernau e Rossi compresi, mentre Marco Melandri e Nicky Hayden rimangono in scia. Dopo un piccolo errore di valutazione, Rossi si ritrova in coda al gruppetto, ma è qui che inizia lo show. Valentino risale la china ed inizia la sua battaglia personale con un Capirossi in leggera difficoltà, probabilmente a causa delle gomme usurate dalla rimonta iniziale. Vale guadagna nelle staccate, mentre Loris si dimostra imprendibile sul dritto. La battaglia è affascinante, dura ma corretta, e si risolve solo all’ultimo giro, quando Rossi taglia il traguardo per primo.Davide Brivio, direttore del team Yamaha di Rossi, ha dichiarato: "E’ stato un giorno perfetto per Valentino e per l’Italia, dopo questa fantastica battaglia fino all’ultima curva. Era proprio quello che avevamo bisogno dopo tutta la sfortuna delle corse precedenti". Valentino Rossi è invece entusiasta per la gara: "E’ stata sicuramente una delle battaglie più dure della mia intera carriera. Ho fatto davvero una bella partenza e dopo che ho passato Sete ho provato a scappare ma era impossibile, lui era veramente forte oggi. Per molto tempo non ho saputo dove fosse Loris perchè ha avuto una brutta partenza, ma una volta che è arrivato sapevo che sarebbe stata una battaglia durissima. Ho deciso di farlo passare e di stargli dietro per un po’, ma non mi sono accorto degli altri piloti così vicini e sono passati tutti. Improvvisamente mi sono ritrovato in quinta posizione e nella condizione di dover rifare tutto. E’ stata una lotta entusiasmante per tutti e credo sia fantastico si sia conclusa all’ultimo giro con due piloti, due moto e due gomme diverse, ma un solo paese! Questa è una grande novità per il nostro sport. Se avessi dovuto scommettere su chi avrebbe vinto all’ultimo giro, onestamente non avrei saputo su chi puntare. Credo di non aver mai respirato negli ultimi due giri, ma ce l’ho fatta e sono incredibilmente felice. Esserci riuscito in casa, davanti a fan , famiglia e amici, è un’emozione speciale. Oggi non penso al campionato, solo a questa gara stupenda".Per la cronaca, così i piloti al traguardo: 1) V. Rossi Yamaha 42′ 39.610; 2) L. Capirossi Ducati +0.575; 3) N. Hayden Honda +0.735; 4) D. Pedrosa Honda +2.007, 5) S. Gibernau Ducati +3.070; 6) M. Melandri Honda +11.793.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Mugello: Rossi vince tra l’entusiasmo