Musei Capitolini: arriva l’Officina emiliana

Promossa dal Comune di Roma e dalla Banca Popolare dell’Emilia Romagna, l’esposizione presenta 37 dipinti di 32 artisti selezionati dai curatori Daniele Benati e Lucia Peruzzi dall’ampia raccolta della Banca Popolare dell’Emilia Romagna. Faranno quindi parte della mostra le opere di Cristoforo da Lendinara, Innocenzo da Imola, il Correggio, il Bagnacavallo, Girolamo da Carpi, Bartolomeo Passerotti, Ludovico Carracci, Guido Reni, Alessandro Tiarini, Giovanni Lanfranco, il Guecino, Elisabetta Sirani, Giuseppe Maria Crespi, Giacomo Zoboli. Per quel che riguarda i titoli, troveremo: Susanna e i vecchi e l’Allegoria dell’abbondanza di Ludovico Carracci, l’Amore dormiente di Guido Reni, il Trionfo di David e La Crocifissione di Giovanni Lanfranco, Apollo e Marsia del Guercino e la Sacra Famiglia di Giuseppe Maria Crespi."Officina emiliana" propone quindi un percorso cronologico attraverso le opere dei maestri della scuola emiliano-romagnola, dal XV al XVIII secolo. Ma allo stesso tempo la mostra suggerisce ai visitatori una rilettura in chiave "emiliana" delle sale della Pinacoteca dei Musei Capitolini dove i dipinti dello stesso ambito culturale saranno segnalati per mezzo di un’indicazione grafica ben riconoscibile. Per tutta la durata di "Officina emiliana", allestita negli spazi di Palazzo Caffarelli, la Sala Santa Petronilla della Pinacoteca Capitolina ospiterà uno dei dipinti della Collezione della Banca Popolare dell’Emilia Romagna, La Crocifissione di Giovanni Lanfranco.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Musei Capitolini: arriva l’Officina emiliana