Museo del Corso: Il Quattrocento a Roma

Accanto alle prestigiosissime opere e testimonianze dell’epoca, due elementi di assoluta novità corredano l’esposizione del Museo del Corso: una grande tavola multimediale di Roma quattrocentesca con cui il pubblico potrà interagire ed esplorare nel dettaglio edifici e monumenti dell’epoca, e la ricostruzione 3D della Cappella Carafa di Santa Maria Sopra Minerva con gli affreschi del Lippi.Da segnalare anche il capolavoro di Piermatteo d’Amelia "Madonna con Bambino" – per molti anni dato per perso – che giungerà in mostra a partire dal 20 maggio. Per quanto riguarda le aree della mostra, "Il Quattrocento a Roma – La Rinascita delle Arti da Donatello a Perugino" si divide in cinque macro sezioni: La città, La vita civile e religiosa, Roma, scrigno dell’antico, La Roma dei Papi, I grandi artisti.La mostra, curata da Claudio Strinati e Marco Bussagli, è supportata da iniziative collaterali di approfondimento e da un’interessante attività didattica per le scuole ed i bambini, cui la Fondazione Roma offre generosamente l’ingresso e la visita gratuiti.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Museo del Corso: Il Quattrocento a Roma