Musica: i neonati hanno il ritmo nel sangue

La ricerca conferma dunque che il senso del ritmo è innato negli esseri umani fornendo un’importante spiegazione sulle origini della musica e sulla sua importanza nella vita quotidiana. I ricercatori, che hanno preso in esame un gruppo di 14 neonati e di altrettanti adulti, hanno infatti riscontrato nei piccoli le stesse reazioni ai suoni degli adulti.Per tutti i soggetti della ricerca, ai quali è stata fatta ascoltare musica dal ritmo ben definito, la risonanza magnetica ha evidenziato una naturale tendenza a seguire l’andamento dei brani e ad attenderne l’andamento ritmico.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Musica: i neonati hanno il ritmo nel sangue