Musica: il futuro è del download legale

Una forte scossa al settore è poi arrivata dal download legale di musica,
un’attività che si sta affermando con prepotenza su tutti mercati mondiali e che attira un numero sempre maggiore di clienti-utenti. Interessante, in proposito,
analizzare i dati forniti dal Riaa, la Recording Industry Association of
America. Secondo quanto stimato dall’associazione, nei primi sei mesi del 2006
gli acquisti di musica su Internet sono cresciuti in modo esponenziale, passando
da 58,6 milioni di download dello scorso anno ai 148,7 milioni del 2005. Nel
primo semestre di quest’anno, il fatturato sviluppato dalle vendite online di
brani e album completi è salito a 198 milioni di dollari, contro i 73 milioni
dello stesso periodo del 2004. Non godono di buona salute, invece, i canali di
vendita tradizionali, come negozi e grandi catene. Le consegne di Cd, Dvd o
cassette registrano infatti un calo sensibile, quantificabile in un 5,8%. Il
valore economico, in questo caso, è passato dai 5,05 miliardi di dollari ai 4,78
miliardi. Un calo evidente, che la
Riaa attribuisce senza mezzi termini al
file-sharing illegale e a tutte le operazioni di duplicazione non autorizzate.
In generale, quindi, il mercato musicale subisce una battuta d’arresto, perdendo
il 2,4% delle forniture totali (anche digitali) rispetto al 2004. Ci si trova di
fronte ad una nuova inversione di tendenza, che arriva dopo un 2004 che aveva
invece registrato una crescita del settore discografico. Basti pensare che lo
scorso anno, per la prima volta dal 2000, le vendite di Cd avevano segnato un bilancio
positivo.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Musica: il futuro è del download legale