Musicultura: il bando scade il 5 novembre

Al vincitore assoluto andranno inoltre i 20.000,00 euro del Premio Banca Popolare di Ancona, un segno tangibile di sostegno alla creatività. Detto che le iscrizioni scadono il prossimo 5 novembre, segnaliamo che il percorso di selezione, lungo e articolato, coinvolge anche un Comitato Artistico d’eccezione, che vede per la prima volta il ruolo di "giurati" anche Luca Carboni, Giorgia e Teresa Salgueiro, voce del gruppo portoghese Madredeus. Il concorso, lo ricordiamo, non ha preclusioni o sbarramenti di genere. Freschezza e qualità delle idee (musicali e testuali), personalità, piglio interpretativo sono dunque il terreno su cui da un lato ci si misura, dall’altro si esplora l’autenticità di progetti artistici che possono divenire le nuove proposte della musica italiana. Sono tanti gli artisti tenuti in diciotto anni a battesimo dal concorso, come ad esempio Simone Cristicchi, Gianmaria Testa, Pacifico, Povia, Amalia Grè, Giua, Pier Cortese, Patrizia Laquidara, Avion Travel, Lucilla Galeazzi, Pilar e tanti altri.

Per partecipare a Musicultura occorre inviare due canzoni di cui si sia oltre che interpreti autori o coautori. I due brani non devono essere stati ancora pubblicati, ma non sono di ostacolo eventuali vincoli discografico-editoriali già in essere, purché non in contrasto con il regolamento. Dopo l’iniziale selezione ad opera di Musicultura (le iscrizioni sono in media 700 all’anno) circa 60 concorrenti sono convocati a Macerata per sostenere un’accurata audizione dal vivo. A tutti i partecipanti esclusi Musicultura comunica per iscritto l’esito della loro partecipazione e fornisce una scheda di valutazione relativa al brano ritenuto più rappresentativo tra i due inviati. Al termine delle audizioni, vengono scelti sedici finalisti. I loro brani vanno a comporre il Cd Compilation e accedono alla fase successiva del concorso, dove entrano in azione il Comitato Artistico di Garanzia, Radio 1 Rai (i cui ascoltatori per più settimane possono ascoltare e votare le canzoni finaliste) e il RadioCorriereTv (i cui lettori possono esprimere le proprie preferenze con appositi tagliandi).

Otto sono alla fine i vincitori – cinque scelti a insindacabile giudizio del Comitato Artistico, due da Radio Uno Rai, uno dal RadiocorriereTV – che giungono ad esibirsi all’Arena Sferisterio di Macerata (giugno 2008), dove condividono la scena con colleghi illustri sia italiani che internazionali. Al vincitore assoluto va il "Premio Banca Popolare di Ancona" di 20.000 euro. Altri importanti riconoscimenti sono la Targa della Critica (5.000 euro), i Premi Imaie, Siae e Unimarche (ciascuno di 2.500,00 euro) rispettivamente per "la migliore interpretazione", "la migliore musica", "il migliore testo". Regolamento e domanda di partecipazione su .

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Musicultura: il bando scade il 5 novembre