NASA: 13 luglio, lo Shuttle torna in missione

Il compito sarà affidato al “Discovery”, anche se la commissione incaricata di sorvegliare sul rispetto delle quindici “raccomandazioni” stabilite dopo l’incidente del 2003, ha evidenziato come tre di queste non siano ancora state rispettate. Secondo la commissione infatti, il rivestimento termico della navetta non è ancora a prova di frammenti di schiuma isolante (o di ghiaccio) provenienti dal serbatoio principale. Tali vulnerabilità esporrebbero infatti lo Space Shuttle a seri pericoli sia in fase di decollo che in quella di atterraggio, riproponendo le stesse problematiche alla base della sciagura del Columbia. Secondo gli addetti lavori però, i progettisti si sarebbero adoperati per ridurre il rischio di danneggiamenti all’involucro esterno. Anche nel caso si verifichino dei danni in fase di decollo, gli astronauti del Discovery potranno comunque trovare ospitalità nella Stazione Spaziale Internazionale “Alpha”. Va infatti ricordato che nel disastro dello scorso febbraio, i danni riportati in fase di decollo provocarono il surriscaldamento della navetta, e la relativa esplosione, solo nel momento dell’atterraggio. In quella circostanza, alcune piastrelle isolanti (99.7% di sabbia, SiO2, e impiantate su ceramica) si sarebbero staccate in seguito all’impatto con un frammento proveniente dal serbatoio, facendo sì che, al momento del rientro, l’impatto con l’atmosfera terrestre provocasse il surriscaldamento dell’intera navetta. La nuova missione del Discovery consisterà nel raggiungere la Stazione Spaziale Internazionale (Iss) con un carico di rifornimenti e pezzi di ricambio. A bordo della navetta ci saranno sette astronauti, per quello che Michael Griffin, amministratore dell’agenzia spaziale americana (Nasa), ha definito come un volo di “prova”, dopo 30 mesi di ricerche e miglioramenti.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > NASA: 13 luglio, lo Shuttle torna in missione