Nasceva 60 anni fa la prima schedina

Passano appena due anni quando il gioco, passato sotto la gestione diretta del CONI, si afferma come il concorso più amato dagli italiani appassionati di calcio. E’ nel 1997 che il gioco inizia ad avvertire il peso degli anni ed una contrazione costante nei volumi di gioco. Il 6 novembre 2002, sotto il diretto controllo dell’Agenzia dei Monopoli di Stato, un nuovo disciplinare sancisce una piccola rivoluzione: pur mantenendo la stessa meccanica dell’1 X 2, vengono infatti introdotte nuove categorie di vincita con il meccanismo dell’accumulo del jackpot, il "14" e il "9". Dal 14 giugno 2003, il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha inoltre comunicato la graduatoria della selezione dei "concessionari di attività e funzioni pubbliche relative ai concorsi pronostici su base sportiva nonché ad altri eventuali giochi connessi a manifestazioni sportive" che vede Sisal SpA al primo posto, seguita da Consorzio Lottomatica giochi sportivi e Snai. Per gli amanti delle statistiche, segnaliamo che il montepremi più alto distribuito dal Totocalcio è stato di 34.475.852.492 Lire, in occasione del concorso n. 17 del 5 dicembre 1993. Il premio record pagato è stato di 5.549.756.245 lire il 7 novembre dello stesso anno in occasione del concorso n. 13. Ricordiamo, infine, che hai festeggiamenti per il sessantesimo compleanno non potrà partecipare Massimo Della Pergola, uno degli inventori del gioco e fondatore della Sisal, scomparso recentemente all’età di 93 anni.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Nasceva 60 anni fa la prima schedina