Natale: sciopero dell’ananas per il Made in Italy

Quella di Zaia è una sorta di campagna voluta per spiegare ai consumatori italiani che il made in Italy è sicuro. A partire dalla carne di maiale, sulla quale in questi giorni è puntata l’attenzione di stampa e istituzioni. "E’ sicura – dice Zaia – se proviene dai nostri allevamenti".Sì, quindi, a zampone e cotechino. E no, invece, ai prodotti fuori stagione, che non appartengono alla nostra tradizione e che, spesso, vengono coltivati in Paesi dove è ancora possibile utilizzare insetticidi epatotossici, e talvolta, cancerogeni. "Suggerisco quindi – dice Zaia – di cominciare lo sciopero dell’ananas e preferire, per il pranzo di Natale, qualcuno degli oltre 2500 prodotti tipici di questa stagione".

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Natale: sciopero dell’ananas per il Made in Italy