Nazionale: dopo Euro 2008 si guarda al futuro

Mentre le indiscrezioni continuano a dare per favorito alla successione l’allenatore "mondiale" Marcello Lippi, è il presidente della Figc Giancarlo Abete – a margine del Consiglio Nazionale del Coni – a chiarire la posizione del rapporto contrattuale con Donadoni."Il contratto firmato a Baden con Donadoni – precisa Abete – prevede il rinnovo automatico di 2 anni in caso di raggiungimento della semifinale; oppure, in caso di non raggiungimento della semifinale come purtroppo è avvenuto, la facoltà delle parti di valutare nei dieci giorni successivi all’eliminazione dagli Europei se dare continuità al contratto sottoscritto o se invece considerare questa situazione non più attivabile, e quindi estinta". "Qualora ritenessi di non dover confermare il tecnico – prosegue il dirigente – non dovrò procedere ad alcun esonero: la formula prevede infatti la semplice estinzione del rapporto".Tale tipologia di contratto, ha detto Abete, è stata scelta dallo stesso Donadoni in accordo con la Figc dopo che gli era stata inoltre proposta un’ulteriore formula che prevedeva una clausola reciproca di rescissione con una penale di 900mila euro lordi.Le dichiarazioni di Abete sono servite a stemperare il clima teso degli ultimi giorni, quando da più parti si è fatta parecchia "dietrologia". Per tornare all’attualità, Giancarlo Abete ha confermato che nei prossimi giorni incontrerà Donadoni per fare insieme un bilancio degli Europei e all’inizio della prossima settimana farà conoscere le sue decisioni. Staremo a vedere.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Nazionale: dopo Euro 2008 si guarda al futuro