Nikon D3X: la perfezione secondo Nikon

Come accennato, la D3X è dotata di uno speciale sensore di immagine CMOS in formato FX con lettura a 12 canali, una serie di obiettivi micro con superficie uniforme e riduzione dei disturbi on-chip. Elevati i livelli di velocità di ripresa in sequenza e della gestione dei disturbi alle sensibilità più alte. Il tempo di avvio è di 12 millisecondi e un ritardo allo scatto di 40 ms.

La D3X supporta poi un’ampia estensione ISO, da ISO 100-1600, estendibile fino a ISO 50 e 6400, equivalente a una ripresa in sequenza veloce a 5 fps con risoluzione massima oppure a 7 fps nella modalità ritaglio DX da 10 MP. Presenti sono l’apprezzato sistema di autofocus a 51 punti MultiCAM3500FX e la funzione LiveView.

Concepita per creare file che soddisfino le esigenze future del mercato della pubblicità e della fotografia stock, questa fotocamera produce file NEF (Raw) a 14 bit da 50 MB. Con il software Capture NX2, i file NEF possono essere elaborati in formato medio; 140 MB (TIFF-RGB a 16 bit).

Il mirino ha una copertura del fotogramma del 100% e display illuminati, mentre il monitor TFT VGA ad alta definizione da 3 pollici e 920.000 punti garantisce una riproduzione perfetta delle immagini per poterle valutare immediatamente.

Da segnalare, in termini di affidabilità, che l’otturatore è realizzato in materiale composito di Kevlar e fibra di carbonio per usi intensivi, testato su 300.000 cicli. Il corpo in magnesio della D3X, perfettamente sigillato per impedire l’ingresso di umidità e polvere, supporta anche il sistema wireless Nikon (il Wr-4) e l’uscita HDMI. Presenta inoltre un doppio alloggiamento per le schede CF ed è compatibile con la nuova unità GPS GP-1.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Nikon D3X: la perfezione secondo Nikon