Nintendo Wii, quando il laccetto non basta

Lo sanno bene alcuni possessori di Nintendo Wii, la console famosa per il rivoluzionario controller Wiimote. Ed è proprio quest’ultimo ad aver causato problemi agli utenti e alla stessa Nintendo, costretta a lanciare un grande richiamo per 3,2 milioni di prodotti. Ricordiamo che il Wiimote è dotato di un sofisticato sistema che permette di giocare sfruttando, oltre ai tradizionali tasti, anche il movimento dell’intero controller, attraverso un rilevamento wireless delle evoluzioni dello stesso. Una tecnologia avveniristica e soprattutto divertente, se non fosse per quel laccetto di sicurezza così sottile. Nintendo ha infatti registrato un gran numero di incidenti legato proprio alla rottura del laccio, un difetto che ha spesso portato ad un vero e proprio lancio del controller, purtroppo frequentemente indirizzato proprio al televisore. Se per i giocatori si potrebbe trattare di un bel danno per l’economia domestica, è sicuramente il produttore a pagare il conto più pesante, sull’ordine dei milioni di dollari. Nintendo era già intervenuta sul problema, inoltrando ai propri clienti un vademecum per il corretto utilizzo del Wiimote, peraltro già dotato, nei nuovi modelli, di un laccio più resistente. Va sottolineato, infine, che l’inconveniente non riguarderebbe l’Italia, dove il prodotto è risultato adeguato agli standard di qualità. Per ogni evenienza, Nintendo Italia ha comunque diffuso alcune semplici regole di sicurezza da seguire nonché deciso di creare uno spazio sul proprio sito dedicato alle eventuali segnalazioni di rottura del laccio.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Nintendo Wii, quando il laccetto non basta