Nokia: il comune sceglie il telefonino

I piani della città attraversata dall’omonimo fiume sono ben chiari: entro l’estate del 2006 i servizi comunali di telefonia passeranno, in blocco, da fissi a mobili. Il responsabile del curioso progetto, Martin Andersson, ha motivato la scelta di questa conversione come un’opportunità per i cittadini di raggiungere, in caso di necessità, ogni singolo dipendente del comune sul proprio telefonino. Strano ma vero, in puro stile nordico, la città di Nokia ha indetto una gara di appalto per la società che dovrà fornire i circa 1300 terminali mobili. Chi lo vincerà? "Qui nella città di Nokia, camminiamo con scarpe Nokia, ci asciughiamo con carta Nokia e parliamo con telefoni Nokia" – ha voluto sottolineare Anderson. Forse per qualcuno si potrebbe trattare di una "scoperta", ma la società Nokia non è solo sinonimo di telefoni cellulari o apparati di telecomunicazione. L’azienda fu infatti fondata nel 1865 da Knut Fredrik Idestam come impianto destinato alla lavorazione del legno e della cellulosa, potendo sfruttare le acque del fiume Nokia. Con l’arrivo del XX secolo, fu poi la volta dalla "Società finlandese della gomma" che, dopo essersi stabilita nella zona, decise di sfruttare il marchio Nokia. Il resto è storia recente. Nel dopoguerra, infatti, l’importante azienda della gomma riunì sotto il marchio Nokia il vecchio impianto per i legnami ed un produttore di cavi telefonici, dando vita, nel 1967, alla società che oggi rappresenta uno dei brand leader nel campo delle telecomunicazioni. Partendo da questi presupposti, la scelta del comune di Nokia appare molto più chiara e pressoché scontata.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Nokia: il comune sceglie il telefonino