Non Pensarci: Mastandrea in versione rocker

La sua è un’evoluzione, o se preferite un’involuzione, che lo vede trasformarsi da artista allevato in conservatorio a piccola star del punk rock indipendente. Ma i tempi delle sue foto in copertina sono passati e adesso, a trentasei anni, si guarda intorno: suona con dei ventenni invasati, a casa non ha più né fidanzata né letto dove dormire, gli è rimasta giusto una chitarra e un’auto con le portiere che non si aprono.Insomma è venuto il momento anche per lui di cercare un riparo, tornare dalla famiglia che non vede da tempo, riflettere. Ma a casa trova tutt’altro. Il padre gioca a golf, la mamma segue seminari di "tecniche sciamaniche", la giovane sorella Michela ha lasciato tutto per dedicarsi al lavoro con i delfini in un parco acquatico e Alberto, il fratello maggiore, con la "terribile" responsabilità della fabbrica di ciliegie sotto spirito di famiglia.Preso quasi da subito in contropiede da una serie di rivelazioni e scoperte famigliari per lui sempre più incredibili, Stefano si ritrova suo malgrado costretto ad occuparsi assurdamente e a modo suo di tutti. E alla fine è forse proprio in questo modo che, dopo tanto tempo e senza accorgersene, finisce con l’occuparsi di se stesso. Divertente, dissacrante, dal ritmo serrato e con una colonna sonora tutta da scoprire, "Non Pensarci" arriva al cinema da venerdì 4 aprile.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Non Pensarci: Mastandrea in versione rocker