Nuova Aprilia RS 125, ancora più racing

Carena, cupolino e codone non solo compongono un insieme estremamente aggressivo, ma permettono di sfruttare al massimo le prestazioni velocistiche di questa moto. Il doppio faro alogeno di nuova generazione conferisce alla moto un ulteriore tocco di aggressività, oltre ad offrire una eccellente luminosità notturna. Il codone, estremamente rastremato, ospita il nuovo faro posteriore con un impatto da vera moto racing. Nuovo anche il disegno dei cerchi a razze incrociate, che garantisce sportività, leggerezza, ma anche affidabilità e sicurezza. Anche le due colorazioni disponibili sottolineano l’aggressività della moto. Al classico GP Aprilia Black si aggiunge una nuova livrea GP Aprilia White, che rende la RS 125 un mix di eleganza e sportività all’italiana, in piena sintonia con la sorella maggiore RSV 1000 R. Il motore è il potente ed affidabile monocilindrico a due tempi Rotax-Aprilia. Aspirazione lamellare nel carter, raffreddamento a liquido, contralbero di bilanciamento e miscelatore automatico sono solo alcune delle caratteristiche del cuore di Aprilia RS 125. Il telaio è realizzato sulla base dell’enorme esperienza maturata da Aprilia nella categoria GP 125 e adotta travi fuse in lega d’alluminio con nervature incrociate di rinforzo. Per il 2006, il progetto Aprilia RS 125 può contare su ulteriori passi avanti anche per le sospensioni. La forcella teleidraulica upside-down è stata riprogettata per offrire migliori prestazioni in circuito e maggior piacere di guida su strada. La sospensione posteriore può vantare un leveraggio progressivo sviluppato in base alle esperienze racing, che conferisce una trazione eccellente ed un comfort d’alto livello anche sui fondi sconnessi. Il forcellone è infulcrato su un ammortizzatore idraulico regolabile nel precarico molla. Anche il reparto frenante è completamente nuovo, riprogettato in funzione del massimo rendimento nella guida sportiva. La pinza anteriore ad attacco radiale, con quattro pistoncini contrapposti, è attualmente lo stato dell’arte per un impianto frenante racing. Oltre ad un disco da ben 320 mm, l’impianto può vantare anche la pompa radiale e i tubi aeronautici, per una frenata estremamente precisa e potente. Il disco posteriore da 220 mm di diametro con tubo in treccia metallica offre il giusto equilibrio per una frenata racing.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Nuova Aprilia RS 125, ancora più racing