Nuova Volvo C30, sportività compatta

Grazie alle dimensioni ridotte e al design ben studiato, l’ultima nata della Casa svedese è anche molto agile da guidare, soprattutto negli spazi urbani limitati. La carrozzeria è compatta e solida, la carreggiata ampia e il passo relativamente lungo: quanto basta a garantire una guida sempre stabile e stimolante. Un piacere che è ancora maggiore grazie all’ottimo telaio con sospensioni anteriori MacPherson e asse posteriore Multilink.

Nonostante la forma compatta, la Volvo C30 è in grado di offrire interni confortevoli e flessibili: la vettura offre spazio per quattro adulti, i sedili anteriori assicurano una postura corretta e rilassante e il design affusolato dei montanti mediani contribuisce a una maggiore facilità di accesso. I sedili posteriori separati sono leggermente centrati, offrono spazio, visibilità e possono essere equipaggiati con un bracciolo ripiegabile per il massimo comfort. Il portellone posteriore in vetro, molto pratico e facile da aprire, offre inoltre un accesso ottimale al bagagliaio.

La Volvo C30 può essere dotata di motori a quattro o cinque cilindri, diesel e benzina, con cilindrata da 1,6 a 2,5 litri. Tutti i propulsori dispongono della tecnologia a quattro valvole e doppio albero a camme in testa, che contribuiscono a una pronta risposta e al raggiungimento di velocità elevate. Il motore a benzina più potente (T5) è un turbo con una coppia elevata e costante, dai regimi più bassi a quelli più alti (320 Nm da 1500 a 4800 giri/min).

Di notevole interesse è la dotazione di sistemi di informazione avanzati per un controllo ottimale nella guida. Per cercare di ridurre i rischi provocati dall’arrivo di informazioni inopportune per il conducente in situazioni critiche, la C30 è ad esempio dotata del sistema IDIS (Intelligent Driver Information System) di serie. Esso controlla costantemente alcune funzioni dell’auto, come i movimenti dello sterzo e del pedale dell’acceleratore, i comandi degli indicatori di direzione e i freni. Queste informazioni vengono elaborate e, se non pertinenti per la sicurezza (es. messaggi di testo o chiamate entranti sul telefono integrato), vengono ritardate fino al momento in cui il guidatore sia meno impegnato.

Tra gli optional disponibili, particolarmente interessante appare infine il BLIS (Blind Spot Information System), un sistema che utilizza telecamere montate sui retrovisori esterni e che rileva la presenza di veicoli che sopraggiungono. In caso di rilevamento, un indicatore in prossimità dello specchietto si accende e avvisa il conducente, aiutandolo a prendere la decisione più giusta.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Nuova Volvo C30, sportività compatta