Obesità, donne nel 78% dei casi

A ricostruire un profilo di chi soffre di obesità in Italia ci ha provato Obesinforma, il gruppo dei centri specializzati nella chirurgia dell’obesità, nato da un’idea di alcuni tra i massimi esperti chirurghi in interventi bariatrici (chirurgia dell’obesità). Dall’identikit elaborato da Obesinforma emerge, infatti, che in Italia l’obesità riguarda soprattutto le donne di circa 45 anni, casalinghe e sposate. Durante l’opera di assistenza agli obesi, Obesinforma ha infatti notato che sulle oltre 700 persone che si sono rivolte ai centri specializzati, ben il 78% era rappresentato da donne, delle quali il 26% presentava le caratteristiche di obeso, il 33% quelle di obeso grave ed il 21% rientrava invece nella classificazione di obeso patologico (circa il doppio rispetto al peso ideale). Secondo Obesinforma poi, la dieta alla quale si sottopongono le persone obese fallisce nel 95% dei casi: solo 5 persone su 100 riescono a migliorare la propria condizione fisica. In molti casi, infatti, pur ottenendo dei miglioramenti in un breve lasso di tempo, si ritorna al peso di partenza. Si va così diffondendo la terapia del bendaggio gastrico, ovvero il posizionamento di un anello di silicone intorno alla porzione superiore dello stomaco, una tecnica che permette al soggetto di ottenere un immediato senso di sazietà, pur con modiche quantità di cibo. A dimostrare il ricorso sempre più frequente alla chirurgia contro l’obesità sono i dati Sicob (Società italiana per la chirurgia dell’obesità), dai quali emerge che, dal 1996 al 2003, sono stati realizzati oltre 8.600 interventi, dei quali il 43% è rappresentato dal bendaggio gastrico. Secondo Obesinforma poi, proprio questa tecnica ha consentito al 30% dei loro pazienti di scendere sotto il livello di obesità.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Obesità, donne nel 78% dei casi