Obesità: la pillola per dimagrire

La pillola “miracolosa” sarebbe in grado di combattere i chili di troppo, semplicemente agendo su un recettore dei cannabinoidi 1 (CB1). Pur non essendo ancora sul mercato, questo farmaco ha già fatto abbondantemente parlare di sé, sia nell’ambiente medico che sulle pagine di numerose riviste specializzate e non. “Le Monde”, il quotidiano francese che nei giorni scorsi ha dato molto spazio al Rimonabant, ha definito i risultati delle sperimentazioni addirittura “spettacolari”. Ultimi in termini di tempo ad aver analizzato gli effetti del nuovo farmaco sono stati i ricercatori dello studio RIO-Europe.

Osservando 1507 soggetti in sovrappeso o obesi, si è registrata, in coloro ai quali è stato somministrato il Rimonabant, una riduzione di peso pari ai 6,6 chilogrammi, contro gli 1,8 kg persi in media dal gruppo di controllo ai quali è stato dato un placebo. La pillola, accompagnata ad una dieta ipocalorica, darebbe quindi degli ottimi risultati per il dimagrimento, ma anche per migliorare il livello del colesterolo-HDL e ridurre giro vita, trigliceridi, la resistenza all’insulina e l’incidenza della sindrome metabolica. La sperimentazione ha inoltre dimostrato che il nuovo farmaco sviluppato da Sanofi Aventis è ben tollerato dall’organismo e potrebbe provocare solo lievi effetti indesiderati temporanei.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Obesità: la pillola per dimagrire