Obesity Day 2008: crisi e prevenzione

Ad influire su questo trend, tristemente in crescita, sono anche fattori relativamente nuovi come il costante aumento dei prezzi. Il caro vita, evidenziato dall’Istat nel rapporto relativo ai consumi del 2007, ha infatti portato alla diminuzione degli acquisti di prodotti come frutta, olio d’oliva e verdura, alla base della benefica dieta mediterranea. Premiato, per i prezzi più contenuti, è il mercato dei prodotti industriali confezionati, spesso però più ricchi di grassi e zuccheri. Ciò finisce per tradursi nell’aumento dei fattori di rischio obesità, con dati che indicano una crescita dei casi, per una situazione che vede oggi 18 uomini e 22 donne obesi ogni 100.Con l’Obesity Day del 10 ottobre si vuole quindi sensibilizzare i cittadini sull’importanza della prevenzione, ma anche agire attivamente attraverso controlli medici gratuiti presso i Centri che aderiscono all’iniziativa.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Obesity Day 2008: crisi e prevenzione