Occhio alla dipendenza da email

Un dato rilevante è poi quello che indica come un utente su cinque faccia parte della nuova schiera dei "dipendenti" (mail-addict). Si tratta di una realtà emergente di persone che controllano la posta elettronica con fare compulsivo. Carattere distintivo e preoccupante dei "dipendenti" è il panico che li assale quando non possono accedere alla propria casella email. Questa è solo una delle quattro categorie di utenti di posta elettronica emersi dallo studio, ovvero: i disciplinati (il 49%), i dipendenti totali (il 21%), i tecnofobici (il 10%) ed i sopraffatti (il 6%). Gli utenti disciplinati sono coloro che affermano di porsi nei confronti delle email con un atteggiamento "rilassato", a differenza dei dipendenti totali che controllano compulsivamente la posta e trascorrono ben 2,6 ore giornaliere a gestire le email. I tecnofobici sono invece gli utenti che, in contrasto con l’attuale tendenza, dicono no alla tecnologia e continuano a preferirle la comunicazione verbale. I sopraffatti, invece, costituiscono una categoria di utenti che si trovano, loro malgrado, a fare i conti con numerose email… non riuscendo sempre a gestirle. Marco Riboli, Country Manager di Symantec Italia, ha dichiarato: "Le caratteristiche di ciascuna di queste categorie non stupiscono. Quello che preoccupa è il fatto che quasi il 40% del campione ha un approccio malsano all’email, che può portare enormi benefici e facilitare la vita lavorativa, ma gli utenti devono controllare il loro modo di usarla e il numero di volte in cui vi accedono".

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Occhio alla dipendenza da email