Oculistica: il laser saldatessuti

Questo nuovo laser può essere impiegato per saldare, in 2-3 minuti, lembi minuscoli di cornea e di tessuti endoculari. La tecnica verrà impiegata durante i trapianti di cornea e negli interventi per cataratta, presbiopia e per il lens refilling e permette di sostituire la sutura tradizionale. Roberto Pini, dell’Ifac-Cnr, ha dichiarato: "Attualmente, presso l’Ospedale di Prato, si eseguono operazioni di trapianto di cornea ‘solo laser’: un laser a femtosecondi (ad impulsi ultra corti) esegue il taglio della cornea e quello a diodi produce la sutura del lembo trapiantato, senza impiego di bisturi né di filo chirurgico. Il laser a diodo di bassa potenza, progettato dal Cnr e prodotto da El.En. SpA di Calenzano, induce la saldatura diretta dei tessuti oculari che contengono il collagene, sfruttando questa proteina naturale come una colla attivata dal calore". I vantaggi per il paziente sono rilevanti: riduzione dei tempi chirurgici, che si limitano a pochi minuti contro i 45 impiegati per una sutura tradizionale; minore reazione infiammatoria dopo l’intervento (perché non si usa il filo); periodo di guarigione molto più breve, con conseguente miglioramento della qualità della vita e la riduzione dei costi ospedalieri. Sempre dal Cnr ricordano che i risultati della sperimentazione preclinica della tecnica sono stati presentati a gennaio nel più importante congresso mondiale di ottica biomedica in California.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Oculistica: il laser saldatessuti