Odio et amo: diversi sentimenti, stessa origine

Condotto da Semir Zeki e pubblicato sulla rivista Plos One, lo studio è stato realizzato proprio per indagare come fosse possibile che due stati così differenti potessero dar vita a reazioni così simili.La spiegazione, arrivata al termine di alcuni test condotti su un gruppo di volontari, si è rivelata molto più semplice del previsto. A dire la verità, odio e amore si distinguono quando di mezzo c’è la razionalità. Portati agli estremi, infatti, nell’odio sembra prevalere sempre maggiore razionalità rispetto all’amore. Anche in questo caso c’è però una spiegazione scientifica che dipende da ulteriori aree del cervello che vengono attivate o disattivate.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Odio et amo: diversi sentimenti, stessa origine