Olimpiadi: scoppia la curling mania

Se a giocarlo sul serio, almeno in Italia, sono in pochissimi, il pubblico che lo segue in TV, che ne parla e che magari lo pratica "virtualmente" sul proprio PC aumenta di giorno in giorno. Le ragioni di questo fenomeno, è proprio il caso di dirlo, sono sotto gli occhi di tutti. Chi di noi, scoprendo per la prima volta questo sport, non si è incollato al televisore per capire che cosa mai stessero facendo quegli strani personaggi armati di pietre di granito e "scopette"? Probabilmente, la prima reazione è molto più simile all’ilarità che ad una vera e propria passione sportiva. Basta poco, però, per appassionarsi al curling, per essere coinvolti da una disciplina olimpica che si avvicina così tanto a quell’idea di gioco che molti portano dentro sin dall’infanzia. Diffuso particolarmente in Gran Bretagna, in Scandinavia, nel Canada e negli Stati Uniti, questo sport fa parte ufficialmente della Federazione Italiana Sport del Ghiaccio (FISG) e viene praticato regolarmente in Italia dal 1952, soprattutto nelle regioni dell’arco alpino. Il curling è giocato su  una lastra di ghiaccio (rink), lunga 44,5 m e larga 4,75 m, da due squadre di quattro componenti ciascuna: i primi tre lanciano le stones e fanno lo "spazzamento", mentre un giocatore rimane nella zona del bersaglio (detto casa) per coordinare le strategie di lancio. I giocatori che effettuano lo sweeping (spazzamento), cercano di indirizzare la spesante verso il punto indicato dal capo squadra scaldando il ghiaccio con delle scope. Lo scopo è di colpire le stones avversarie e di piazzare le proprie vicino al centro del bersaglio. Dopo aver lanciato le quattro pietre a disposizione per ogni squadra, si passa al conteggio dei punti, ottenuto concedendo un punto per ogni pietra più vicina al tee (centro del bersaglio). Uno sport semplice ed avvincente, tanto da scatenare una gran voglia di giocare, almeno in modo "virtuale". Scopriamo, sul sito della New Wave Curling Cortina, la società che negli ultimi vent’anni ha ottenuto il maggior numero di successi in questa disciplina, che la grande rete offre numerosissime possibilità perchi vuole cimentarsi in una partita sul proprio computer. Troviamo, ad esempio: il Cow Curling, giocato da simpaticissimi bovini: il Cyber Curling, una simulazione da scaricare nel PC; il Virtual Curling, un’altra simulazione che si gioca online; il Curling Coi Cani, nel quale bisogna fare in modo che il proprio cane, sostituto della pesante pietra, arrivi più vicino possibile al centro del terreno di gioco.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Olimpiadi: scoppia la curling mania