Openbook: dove finisce la privacy di Facebook

Openbook è l’opera di tre ingegneri di San Francisco, mossi proprio dalla volontà di smascherare le lacune della privacy di Facebook. In particolare, il sito web va letteralmente a caccia delle informazioni rese disponibili dalle applicazioni rilasciate dal social network a fine aprile 2010 per favorire l’implementazione della piattaforma su altri siti e l’indicizzazione da parte dei motori di ricerca.Strumenti che hanno suscitato molte polemiche e i cui effetti sono ora chiaramente visibili su Openbook. Mark Zuckerberg e soci correranno ai ripari? In molti lo sperano, altri sono già pronti ad abbandonare Facebook.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Openbook: dove finisce la privacy di Facebook