OpenSource: questione di coraggio

Quale azienda investirebbe sulla potenza, dichiarata aggiungo, di GNU/Linux?
Beh… poche aziende, troppo poche. Ma le cose stanno cambiando, fortunatamente. Quando si parla di servers, ad esempio, la mente accosta il concetto direttamente al dominio incontrastato, nel campo, di Apache e del suo potente webserver. Attualmente Apache WebServer occupa oltre il 70% dell’intero mercato. Seguono a ruota altre soluzioni come l’IIS di Microsoft. Ebbene, ma perché
un software spudoratamente “open source e libero” riesce a dominare il mercato in confronto degli stessi software, utilizzati per gli identici scopi ossia come web server, di grandissime e consolidate aziende? Perché
GNU/Linux riesce ogni giorno che passa a convincere sempre più utenti a passare dalla sua parte? E per quale motivo GNU/Linux ancora non sta dominando la scena come lo ha fatto, e forse ancora lo sta’ facendo, la Microsoft con il suo Windows? Tanti sono i motivi e tante le
risposte. A cura
di: TuxJournal.net

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > OpenSource: questione di coraggio