Ortone e il mondo dei Chi: elefante in sala

A cinquant’anni dalla pubblicazione dell’omonimo libro dello scrittore e vignettista Dr. Seuss (Theodor Seuss Geisel), "Ortone e il mondo dei Chi" ci conduce alla scoperta di un curioso elefante di nome Ortone alle prese con un debole grido d’aiuto proveniente da un minuscolo granello di polvere che fluttua nell’aria.
Sebbene Ortone ancora non lo sappia, il granello di polvere ospita la Città dei Chi non So, abitata dai microscopici Chi e governata dal Sinda-chi. Nonostante venga preso in giro e minacciato dai suoi vicini, che pensano che abbia perso la testa, Ortone è determinato a salvare la particella, perché "una persona è sempre una persona, non importa quanto sia piccola".L’efficace spiegazione di Ortone per le sue azioni esprime un’idea semplice e profonda, che ha un grande significato per molte persone. Infatti, sia il libro del Dr. Seuss che il film stimolano la riflessione quando Ortone spiega ai suoi scettici amici: "se voi foste nello spazio e guardaste dove vivete, anche noi sembreremmo un granello di polvere".E poi c’è il codice morale di Ortone, con il suo motto che recita "un elefante è fedele al 100 per cento", che indica la sua onestà e determinazione a non abbandonare mai la sua missione, che è quella di trovare una nuova casa per il granello di polvere che ospita l’incredibile mondo di Chi non So. "Ortone e il mondo dei Chi" arriva al cinema venerdì 18 aprile per catturare attenzione e stupore di grandi e piccini.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Ortone e il mondo dei Chi: elefante in sala