Oscurati 3 siti, vendevano cannabis

La
postale ha così sgominato una vasta organizzazione che aveva creato e gestito un
vero e proprio commercio elettronico di stupefacenti. I responsabili dei siti,
rintracciati a Riva del Garda e a Milano, operavano su internet invitando i
visitatori a comprare semi di cannabis indica, a coltivare in serre o all’aperto
piante ad alto contenuto di tetraidrocannabinolo, a produrre sostanze
stupefacenti del tipo hashish e marijuana e ad assumerle nelle più fantasiose
modalità (fumandole ma anche mangiandole sotto forma di caramelle, condimenti e
dolci). Venivano inoltre venduti online tutti gli strumenti necessari per le
coltivazioni domestiche e venivano offerti in rete sia i manuali di
apprendimento per la coltivazione delle piante di cannabis, che le istruzioni
per il confezionamento degli spinelli. L’operazione, realizzata grazie alla
collaborazione fra il Servizio di
Polizia
Postale e il Servizio Centrale Operativo (SCO) della Direzione Centrale
Anticrimine, è il frutto di dieci mesi di indagini. Dal settembre 2004 al giugno
2005, alcuni agenti sotto copertura si sono infatti infiltrati come coltivatori
di piante di cannabis nelle chat-line e nei forum di discussione dei tre siti
internet illegali. Nel corso delle indagini, che hanno permesso
l’identificazione di 53 coltivatori, numerosissime sono state le perquisizioni
effettuate con sequestri di consistenti quantità di piante di cannabis, hashish
e marijuana, di decine di personal computer e di conti correnti postali e
bancari con ingenti somme ricavate dalla vendita delle sostanze stupefacenti e
di svariati materiali collegati alla produzione e consumo.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Oscurati 3 siti, vendevano cannabis